San Biagio di Callalta – Movimento 5 Stelle

  • Facebook

  • Visite ricevute (notazione inglese)

    • 26,468 hits

comunicato stampa

Posted by loris13dn su 9 ottobre 2013

Il 12 ottobre, nella mattinata a Solagna e nel pomeriggio a Bassano del Grappa, questi nostri parlamentari scenderanno  in piazza, per parlare direttamente con la gente, per condividere la loro esperienza a Roma, ma soprattutto per raccogliere impressioni, dubbi o richieste. PARLAMENTARI M5S IN PIAZZA A SOLAGNA E A BASSANO DEL GRAPPA. E’ la prima volta che delle persone comuni, che non hanno mai rivestito alcun incarico politico, si sono ritrovati ad occuparsi della cosa pubblica, dimostrando grande bravura, oltre che dedizione e senso del dovere.

BASSANO DEL GRAPPA (VI) 09.10.2013 – I risultati delle elezioni politiche 2013 in Italia sono stati chiari, gli elettori hanno votato per il cambiamento, sfiduciando i partiti tradizionali e decidendo di affidarsi a una forza nuova, formata da sconosciuti e quasi tutti dilettanti della politica, nella speranza di riuscire a voltare pagina. Poi tutti sappiamo come è andata: nonostante il 25 % di voti raggiunti, il MoVimento 5 Stelle si è ritrovato all’opposizione, senza nessun incarico di governo, mentre  PDL e PD si alleavano, tradendo le speranze dei rispettivi elettori. Anche in Veneto c’è stato un ottimo risultato, tant’è che sono stati eletti ben 10 rappresentanti alla Camera e 4 al Senato, per cui la nostra regione può contare su un nutrito gruppo di esponenti che si sono messi al servizio della comunità per contribuire al cambiamento.

Ma chi sono questi senatori e i deputati che hanno deciso di mettersi in gioco per riportare i diritti dei cittadini in primo piano? Di cosa si occupano e come stanno affrontando questa prova? In realtà sono tutti alla prima esperienza politica, molti sono giovani, tante sono donne, quasi tutti hanno un’istruzione universitaria e ovviamente hanno storie molto diverse, ma ognuno ha in mente di migliorare l’Italia, come è testimoniato dalla loro attività parlamentare. Alle Camere, infatti, hanno portato importanti proposte di legge, come quella per la non pignorabilità della prima casa, o quella per l’abolizione dell’ IMU, o anche quella per lo sblocco dei debiti che gli enti pubblici hanno con le PMI, oppure quella per la creazione di un microcredito per le piccole medie imprese, costituito con il denaro da loro restituito. A livello regionale invece va ricordata la presentazione di ottomila osservazioni al PTRC  del Veneto, che prevede ulteriori inutili cementificazioni. Il 12 ottobre, nella mattinata a Solagna e nel pomeriggio a Bassano del Grappa, questi nostri parlamentari scenderanno  in piazza, per parlare direttamente con la gente, per condividere la loro esperienza a Roma, ma soprattutto per raccogliere impressioni, dubbi o richieste. Forse, però, non tutti sono conosciuti per cui ve li presentiamo brevemente. Arianna Spessotto, 28 anni, laurea in Economia e Gestione Aziendale, è nella Commissione Politiche dell’Unione Europea. Marco Brugnerotto, 36 anni, fa parte della Commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione. Francesca Businarolo, 30 anni, laureata in legge, è segretario della Commissione Giustizia e del Comitato per la legislazione. Silvia Benedetti, 34 anni, laureata in Scienze Biologiche, è segretario della Commissione Agricoltura. Enrico Cappelletti, 45 anni, laureato in Scienze Politiche, imprenditore, è nella Commissione Giustizia e nella Commissione per il Federalismo fiscale. Emanuele Cozzolino, 32 anni, laurea in Ingegneria, è segretario della Commissione Affari Costituzionali. Marco Da Villa, 38 anni, laureato in Economia e Gestione Aziendale, è nella Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo e nella Commissione Parlamentare per la Semplificazione. 

Jessica Rostellato, 30 anni, ragioniera, è nella Commissione Lavoro. Fantinati Mattia, 37 anni, laurea in Ingegneria, è nella Commissione  Attività Produttive, Commercio e Turismo. Federico D’Incà, 37 anni, laurea in Economia, è nella Commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione e nella Commissione per il Federalismo fiscale. Giovanni Endrizzi, 51 anni, educatore professionale, è nella Commissione Affari Costituzionali. Gianni Girotto, 45 anni, laurea in Legge, è nella Commissione Industria, Commercio e Turismo e nella Commissione per la Vigilanza dei servizi radiotelevisivi.

Tancredi Turco, 38 anni, laurea in Legge, è nella Commissione Giustizia, nel Comitato di Legislazione, nel Comitato per i procedimenti d’accusa e nel Consiglio di Giurisdizione. Airola Alberto, 43 anni, laurea in Lettere Moderne, è nella Commissione Giustizia e nella Commissione per la Vigilanza dei servizi radiotelevisivi. Mussini Maria, 46 anni, laurea in Lettere Classiche, è nella Commissione per la Biblioteca e Archivio di Stato e nella Commissione Affari Esteri. Ricordiamo che i vari curriculum, completi dell’elenco delle attività svolte, sono disponibili nei siti della camera e del senato (camera.it e Senato.it). Dopo questa breve presentazione è necessario sottolineare che è la prima volta che delle persone comuni,  che non hanno mai rivestito alcun incarico politico, si sono ritrovati ad occuparsi della cosa pubblica, dimostrando anche grande bravura, oltre che dedizione e senso del dovere. Un cittadino preparato e attivo, infatti, è competente quanto e più  di un politico professionista, perché ha dalla sua un’esperienza di vita reale, a cui tornare dopo aver prestato il suo servizio alla comunità. A questo punto, gli esponenti dei vecchi partiti sono chiaramente in difficoltà perché, con stipendi 20 volte superiori a quello di un operaio, non possono comprendere i problemi della gente che fatica ad arrivare a fine mese o che si ritrova senza lavoro dopo la chiusura di molte aziende anche nel ricco Nord Est. Il ceto dirigente e l’intera classe politica hanno perso il senso del proprio compito e il contatto con la realtà. Quali sensibilità, infatti,  possono trovarsi all’interno delle istituzioni, laddove la politica è considerata una professione? I rappresentanti del MoVimento 5 Stelle hanno un modo decisamente diverso di fare politica, perché ascoltano le richieste dei cittadini e si battono per realizzarle, senza dimenticare l’importanza del confronto. Il confronto con i cittadini infatti è uno dei principi del MoVimento 5 Stelle, come garanzia di una democrazia davvero condivisa e partecipata, in cui i parlamentari rispondono direttamente ai loro elettori, nel rispetto del mandato ricevuto. Per questo il 12 ottobre sarà una giornata all’insegna della condivisione e della partecipazione, in cui tutti avranno la possibilità di interagire direttamente con i nostri rappresentanti in Parlamento, riducendo così le distanze che separano i cittadini dalla politica. All’iniziativa del 12 ottobre aderiscono tutti i gruppi 5 Stelle della Pedemontana: Bassano del Grappa, Solagna, Rosà, Tezze sul Brenta, Marostica, Borso del Grappa, Rossano V.to, Pove Del Grappa, Cartigliano, Sandrigo e Crespano del Grappa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: