San Biagio di Callalta – Movimento 5 Stelle

  • Facebook

  • Visite ricevute (notazione inglese)

    • 26,554 hits

comunicato stampa

Posted by loris13dn su 29 giugno 2013

M5S: il recepimento del decreto legge sulla detraibilità fiscale per gli interventi di sostenibilità energetica è importantissimo. ECOBONUS = RIDUZIONE COSTI BOLLETTA E RIPRESA OCCUPAZIONALE. Quali saranno le forze politiche che vorranno unirsi al Movimento 5 Stelle per ridurre veramente i costi della bolletta energetica italiana, e ridurre le importazioni di petrolio gas e carbone?

ROMA, 29.06.2013 – “E’ in atto una battaglia tra le forze politiche che vogliono migliorare l’efficienza energetica di un edificio, per avere una bolletta più leggera e bruciare meno carbone, petrolio e gas, e quelle che invece vogliono mantenere lo status quo energetico esistente, continuando pertanto a utilizzare massivamente le fonti fossili, con i conseguenti costi economici ed ambientali!” Questo il contenuto della dichiarazione rilasciata oggi dal Movimento 5 Stelle, nella persona del capogruppo della X Commissione, che si sta occupando del recepimento del decreto legge sul cosiddetto “ecobonus” del 65% di detraibilità fiscale sugli interventi che mirano a migliorare l’efficienza energetica degli edifici. E’ noto a tutti come gli interventi di efficientamento energetico  – “cappotti” agli edifici, serramenti più efficienti, coperture solari, pompe di calore ecc. – consentirebbero di ridurre drasticamente i consumi e quindi i costi della bolletta energetica. Inoltre, con il supporto delle cosiddette E.S.CO. (Energy Service Company) si potrebbero realizzare tali interventi a costo zero in quanto l’investimento iniziale sarebbe sopportato dalla ESCO di turno, che poi si rifà sui risparmi energetici ottenuti. Per rendere però concretamente realizzabile l’operatività delle ESCO è necessario riattivare un “fondo di garanzia” che aveva funzionato per un breve periodo nel recente passato, e che serviva alle suddette società per potersi approvvigionare del credito necessario presso gli Istituti Finanziari.  Peccato però che tale fondo sia rapidamente scomparso, mentre invece è auspicabile e necessario che riprenda a funzionare, in modo da far ripartire il circolo virtuoso degli investimenti in efficientamento energetico, che negli anni prossimi potrebbero realmente dar lavoro a decine di migliaia di lavoratori, stante l’immenso mercato potenziale. Quali saranno le forze politiche che vorranno unirsi al Movimento 5 Stelle per ridurre veramente i costi della bolletta energetica italiana, e ridurre le importazioni di petrolio gas e carbone?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: