San Biagio di Callalta – Movimento 5 Stelle

  • Facebook

  • Visite ricevute (notazione inglese)

    • 26,468 hits

Comunicato stampa M5S Vittorio Veneto.

Posted by loris13dn su 13 gennaio 2013

Forse non tutti sanno che l’uscita della “tangenziale” è prevista di fianco al complesso di Vittorio 2, su Via Virgilio; ma si è mai vista una tangenziale che convoglia il traffico pesante direttamente in centro città?

TRAFORO DI SANTA AUGUSTA: UN PROGETTO VECCHIO, TROPPO ONEROSO E INUTILE

Come Gruppo Vittorio Veneto 5 Stelle, vi promettiamo che ci impegneremo per divulgare dati e situazioni delle quali i cittadini vittoriesi sono tenuti all’oscuro o non correttamente informati.

 

VITTORIO VENETO (TV), 14.01.2013 – Il gruppo Vittorio Veneto 5 Stelle, nato da qualche mese, si sta attivando con l’intenzione di poter diventare, in futuro, un punto di riferimento per i cittadini. Stiamo prendendo in esame e vorremmo riportare all’attenzione dei vittoriesi, l’annosa questione del “Traforo di S. Augusta”. Un’opera nata come progettazione negli anni 80 e già costata più di 1 milione di Euro alla comunità. Il progetto si trova attualmente nella fase esecutiva. Un progetto vecchio,più volte rimaneggiato e dai costi di attuazione ancora indefiniti. La gara d’appalto è stata assegnata per una cifra che tocca i 36 milioni di euro,ma a detta di esperti del settore, tale cifra sarà sufficiente a coprire il solo il costo della “galleria” al grezzo,quindi senza tutti gli accessi ,strade e rotatorie. Una gara d’appalto, tra l’altro, vinta con un ribasso del 31% dal prezzo iniziale che era di circa 52 milioni di euro – cifra che sembra già più consona alla realizzazione dell’opera. Inoltre, con le nuove varianti tutte ancora da approvare per by-passare le condotte ENEL (pensate che la soluzione sembra addirittura una bella curva e controcurva in galleria!) verrà abbattuto o reso comunque inabitabile un borgo storico Borghel, oggi felicemente abitato, i cui proprietari coinvolti sono sollecitati ad accettare le condizioni degli espropri. Ed a questo proposito, c’è da dire anche che, a garanzia delle proprie condotte, l’azienda elettrica aveva chiesto una fideiussione di 13 milioni di euro su un’opera di 36! Tra l’altro, oltre a presentare una serie di evidenti errori (es. chiusura dell’accesso ai condomini antistanti a Vittorio 2) ed irregolarità (es. mancata presentazione della Valutazione di Incidenza Ambientale. Infatti, essendo il Meschio un sito tutelato in sede Europea, ed essendo l’intervento decisamente significativo, questo documento va presentato!), a nostro avviso l’opera non porterà nessun beneficio né per la città né per i cittadini. Forse non tutti sanno che l’uscita della “tangenziale” è prevista di fianco al complesso di Vittorio 2, su Via Virgilio;ma si è mai vista una tangenziale che convoglia il traffico pesante direttamente in centro città? Tra l’altro, in questo modo, la strada sfiorerà l’attuale sede del “Campus” scolastico. E’ opportuno e sano, far viaggiare colonne di mezzi a non più di 20m dai nostri ragazzi che fanno lezione? E lasciamo a voi immaginare l’impatto visivo di tale opera. A rendere ancor più amara tutta la vicenda vi sono:

– il sindaco in carica che, nonostante abbia sempre professato disponibilità a discutere della cosa,si è sempre sottratto al confronto per verificare se vi fossero possibili alternative (per altro già redatte dal Comitato “NO traforo ANAS – SI alternative” nato a suo tempo in opposizione all’opera);

– l’onerosità e a nostro avviso l’inutilità dell’opera almeno per i criteri con cui era stata ideata.

Sulla vicenda pende inoltre un ricorso al Consiglio di Stato e un esposto all’Unione Europea, presentati dallo stesso Comitato No-Traforo. Poniamo in conclusione alcune questioni all’amministrazione Comunale:

– La più semplice e diretta: ci dite perché volete fare quest’opera?

– Possiamo sapere perché sono state posate delle condotte, a partire dalle sorgenti del Meschio, fino al futuro imbocco della galleria? (Lato Nord).

– Perché è stata prevista una rotatoria in zona S. Andrea?

– E’ un caso che l’uscita sia prevista nelle adiacenze dell’Italcementi? (zona per la cui riqualificazione vi sono altre questioni poco chiare).

– Abbiamo già un recente esempio di cattedrale nel deserto: La bretella “incompiuta”in zona Ceneda. E’utile?

– Siete davvero sicuri di voler essere ricordati per coloro che hanno devastato l’ ambiente e il paesaggio della nostra bella Vittorio, pur avendo in mano una proposta alternativa? Fate voi, ma come Gruppo Vittorio Veneto 5 Stelle, vi promettiamo che ci impegneremo per divulgare dati e situazioni delle quali i cittadini vittoriesi sono tenuti all’oscuro o non correttamente informati.

Dobbiamo tutti tener ben in mente che ad un orrore di questo tipo non si potrà più porre rimedio. Evitiamo dunque di lasciare ai nostri figli un ambiente irrimediabilmente rovinato ed un problema di viabilità cittadina tutt’altro che risolto. Dati risultanti dal progetto definitivo visionabile nell’aprile 2009.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: